Lo scorso agosto ho avuto l’occasione di poter osservare la Stazione Spaziale Internazionale passare di fronte alla luna direttamente da casa mia. La ISS è spesso ben visibile, ed a seconda della propria posizione sulla terra, potrebbe risultare allineata con qualche oggetto celeste.

In questi giorni, riorganizzando la mia gallery, ho trovato il video originale, quindi, dopo un po’ di riprocessamento, ho deciso di ripubblicarlo.

La ISS è davvero veloce: infatti il video è leggermente rallentato. Ricordo di non aver visto la stazione durante il transito, ed ho dovuto attendere qualche minuto perchè non potevo sapere se era già avvenuto o meno, anche perchè era ancora giorno, e nei frames originali la stazione è a malapena visibile. Solo dopo aver riguardato il video ho potuto finalmente intravedere quel piccolo punto bianco passare di fronte alla luna.

ISS transits over the Moon

Per questa ripresa ho usato il mio vecchio Celestron Astromaster 130, su montatura altazimutale, e la mia QHY5L-IIm come camera di ripresa. Ho dovuto inseguire manualmente la luna, dato che ovviamente non avevo tracking automatico. Ho scelto di usare il 130mm invece del mio solito 8″ proprio per la lunghezza focale più corta: in questo modo ho potuto assicurarmi di non mancare la ISS, potendo riprendere la luna quasi per intero.

La primavera è tornata, e qui a Milano abbiamo finalmente avuto una manciata di giorni (e notti) di bel tempo.

Ho anche comprato una batteria leggera e trasportabile per alimentare la mia montatura HEQ5, al posto della pesante batteria d’auto che ho usato finora, quindi con un setup veramente molto alleggerito mi sono piazzato a Parco Nord per effettuare alcune osservazioni e riprese.

Il seeing non era perfetto, ma era comunque sufficientemente buono da riprendere alcuni dettagli di una luna quasi piena.

Ma sopratutto, Giove è stato all’opposizione poche settimane fa, ed è quindi ancora in una posizione molto favorevole.

Jupiter with satellites

Stessa immagine con nomi dei satelliti

Jupiter

Tutte le riprese sono state effettuate usando il mio Planetary Imager.
Il processing delle immagini è stato fatto usando Autostakkert (stacking), Registax (wavelets), e GIMP (post processing).